Il risarcimento del colpo di frusta in 5 passi

Il cosiddetto colpo di frusta è la lesione più frequente in conseguenza di un incidente stradale. Ne abbiamo parlato in vari articoli, sia con riferimento alla quantificazione (leggi qui, oppure qui), sia con riferimento alla normativa. Proprio per la sua frequenza, le compagnie di assicurazione fanno una resistenza sempre crescente a offrire un risarcimento, forti di alcune recenti modifiche legislative (per un approfondimento, leggi invece qui). Qui indicherò in modo schematico ed essenziale cosa bisogna fare per ottenere quel che in termini tecnici si chiama “integrale risarcimento”.

Leggi tuttoIl risarcimento del colpo di frusta in 5 passi

Negoziazione assistita per i sinistri Rca: le novità 2015

imagesCAYLJAD1Lo scorso 9 febbraio 2015 è entrata in vigore la negoziazione assistita per i sinistri Rca. Di cosa si tratta? A metà strada tra mediazione e arbitrato, questo istituto vuole accorciare i tempi del risarcimento, evitare le cause civili e trovare una soluzione extra-giudiziale alle controversie con l’assicurazione. L’efficacia della procedura sarà testata nei mesi a venire. Ecco i dettagli.

Leggi tuttoNegoziazione assistita per i sinistri Rca: le novità 2015

L’assicurato ha l’ obbligo di avviso del sinistro e di evitare o diminuire il danno. Cosa accade se non lo fa?

Il caso: il proprietario di un’immobile (porzione di casa indipendente), per riscaldare la propria unità abitativa decide di bruciare legno non adibito a tale uso. Per la tipologia di materiale utilizzato, si sviluppa un intenso fuoco ed alte fiamme che, agendo direttamente sulla canna fumaria, la surriscaldano intensamente fino a determinare lo sviluppo di un incendio. Nessuno in casa durante il fatto, e gli effetti sono devastanti: nonostante l’intervento  dei vigili del fuoco, la struttura del tetto (in legno) brucia quasi completamente e crolla parzialmente, tutto il terzo ed ultimo piano viene danneggiato durante le operazioni di spegnimento. L’azione dell’incendio, viene completata dall’azione delle intemperie, in quanto dopo alcune settimane di esposizione alla pioggia e forti raffiche di vento, si verifica il crollo totale del tetto e l’unità abitativa viene dichiarata definitivamente inagibile.

Leggi tuttoL’assicurato ha l’ obbligo di avviso del sinistro e di evitare o diminuire il danno. Cosa accade se non lo fa?

Risarcimenti da incidenti stradali: nuovi importi per lesioni lievi

E’ stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 14.6.2013 il decreto che aggiorna gli importi per i risarcimenti di danni da incidente stradale con invalidità permanente fino al 9%. Per intenderci le tabelle che parametrano il classico “colpo di frusta”.

Il decreto è del 6.6.2013 e prevede l’applicazione, sulla base dell’Indice ISTAT per le famiglie di operai e impiegati, di una maggiorazione del 1,1%, con conseguente aumento ad E 46,20 dell’importo giornaliero per inabilità temporanea e ad E 791,95 del primo punto di invalidità permanente per danneggiati di un anno di età.

Di seguito pubblichiamo la tabella

Leggi tuttoRisarcimenti da incidenti stradali: nuovi importi per lesioni lievi

INCUBO RISARCIMENTO DANNI E RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE PER I MEDICI

Da Cineas le proposte finali del tavolo Assicurazione e Sanità sul tema dell’Assicurabilità delle strutture sanitarie, e del personale medico e infermieristico indirizzate al Ministero della Salute.

Al centro dell’attenzione l’importanza di affidarsi a tabelle definite per quantificare i risarcimenti danni, di poter contare su consulenti tecnici preparati sulla disciplina da giudicare, il disincentivo a ricorrere a procedimenti penali per ottenere risarcimenti più alti, e l’accento sulla formazione alla gestione e prevenzione del rischio clinico. 

Leggi tuttoINCUBO RISARCIMENTO DANNI E RESPONSABILITÀ CIVILE E PENALE PER I MEDICI

Il caso della settimana. Un lieve tamponamento si trasforma in omissione di soccorso.

Riuscire a mantenere la calma e la lucidità subito dopo un incidente è difficile, ma fondamentale per non incorrere in atteggiamenti errati che potrebbero costare molto caro.

Ci ha scritto un nostro lettore, segnalandoci quando accaduto:

Leggi tuttoIl caso della settimana. Un lieve tamponamento si trasforma in omissione di soccorso.

Il caso della settimana. Pezzo di ricambio sostituito o riparato?

Come in ogni categoria professionale, anche i carrozzieri si dividono in onesti e disonesti. Piccoli accorgimenti per evitare che il riparatore ci faccia pagare un ricambio per nuovo, mentre al contrario è stato semplicemente riparato.Ci ha scritto un nostro lettore, segnalandoci quando accaduto:

Leggi tuttoIl caso della settimana. Pezzo di ricambio sostituito o riparato?

ATTO VANDALICO O DANNO DA CIRCOLAZIONE?

Con il presente articolo intendiamo trattare un tema che presenta non poche criticità, soprattutto negli ultimi anni.

Partiamo da due concetti basilari: la maggior parte delle condizioni generali di polizza presenti sul mercato (se non tutte) con la garanzia atto vandalico, escludono espressamente i danni derivanti da circolazione stradale; in un contratto assicurativo a “rischi nominati” l’onere di provare il danno (quantum) nonchè l’evento garantito spetta all’Assicurato sulla base del disposto previsto dall’art. 2697 codice civile.

Chiarito ciò partiamo dal caso pratico: il Cliente va a far spesa al supermercato, parcheggia l’auto nel relativo piazzale antistante, e la ritrova con un evidente segno (di colore nero) sulla fiancata destra.

Leggi tuttoATTO VANDALICO O DANNO DA CIRCOLAZIONE?

Conciliazione Paritetica Rc Auto: l’IVASS spinge

E’ del 21 maggio scorso un comunicato dell’IVASS che promuove e incoraggia il nuovo patto tra ANIA e Associazioni dei Consumatori per la “conciliazione paritetica”, un sistema di risoluzione alternativa delle controversie volto a deflazionare il contenzioso, per i risarcimenti dei sinistri Rc Auto entro i 15.000 euro.

In parole povere, anche l’IVASS spinge per buttare fuori gli avvocati “attivisti” contro le assicurazioni dal settore, incoraggiando questo sistema che vedrebbe contrapposte le Associazioni dei Consumatori e le imprese di assicurazione.

L’IVASS scrive della conciliazione paritetica: “tale strumento alternativo alla risoluzione delle controversie è in grado di offrire un contributo alla deflazione del contenzioso giudiziario, consentendo ai consumatori la possibilità di risolvere in maniera più rapida ed economica le controversie e alle imprese di contenere i costi del contenzioso, con ricadute positive, a livello di sistema, sui costi dei risarcimenti e sui livelli delle tariffe R.C Auto.”

Leggi tuttoConciliazione Paritetica Rc Auto: l’IVASS spinge

Danni occulti: sono ben visibili tutti i danni?

Spesso dietro ad un impatto banale ed irrilevante, si nascondono delle deformazioni non visibili che possono far aumentare in modo considerevole il costo della riparazione. Ecco alcuni consigli pratici per evitare che il danneggiato accetti un rimborso non corrispondente al danno reale.

Leggi tuttoDanni occulti: sono ben visibili tutti i danni?