Incidenti con veicoli esteri: chi paga il trasportato?

Immagine targhe estereBasta prestare attenzione alle targhe dei veicoli che circolano nel nostro Paese, per renderci conto che quelle straniere sono in aumento.

L’ingresso nella U.E. di alcune nazioni dell’est, e il differenziale tra i costi di mantenimento delle auto in Italia e in paesi come la Romania, la Bulgaria o la Moldavia, sono le principali ragioni di questo costante cambiamento.

Ciò comporta una maggiore possibilità per gli automobilisti italiani di essere coinvolti in un sinistro con un veicolo avente targa estera (c.d. “sinistri UCI”).

Per quanto riguarda il conducente/proprietario del veicolo italiano che chiede i danni al conducente/proprietario del veicolo estero, la procedura è chiara e univoca.

Leggi tuttoIncidenti con veicoli esteri: chi paga il trasportato?

Se il trasportato apre incautamente la portiera

Un lettore ha posto il seguente quesito: cosa succede se un trasportato apre lo sportello dell’auto e urta un ciclista cagionando lesioni? Chi ne risponde?

Si tratta di un caso molto particolare che chiama in causa numerosi aspetti della disciplina dei danni da circolazione stradale.

Il punto focale è la ripartizione della responsabilità tra il soggetto trasportato e il conducente e/o il proprietario dell’auto, e quindi, in sostanza, tra il trasportato e la compagnia con la quale è assicurata la vettura.

Esiste un arresto giurisprudenziale del 2002, che, per quanto ormai abbastanza risalente, rappresenta ancora un punto di riferimento, anche per l’analiticità con cui ha affrontato la questione in esame.

Leggi tuttoSe il trasportato apre incautamente la portiera