L’incidente con il pirata stradale

Un lettore ci scrive, per chiederci se ha diritto al risarcimento per un incidente motociclistico con un furgone rimasto non identificato.

Spett.le Redazione, tempo fa sono stato coinvolto in un incidente con un furgone che poi si è dato alla fuga. Io ero in moto e ho riportato danni al veicolo e varie lesioni. Mi sono fatto portare in ospedale senza chiamare i vigili. Ci sono possibilità di ottenere un risarcimento?

Il nostro gentile lettore ci ha esposto un caso tutt’altro che infrequente. Purtroppo il timore di essere sanzionati per altre violazioni (ebbrezza, mancanza di copertura assicurativa), oppure la mera mancanza di senso civico, quando non la devianza squisitamente delinquenziale, comportano il verificarsi di numerosi casi di “pirateria stradale”, anche se poi sono solo quelli più gravi ad essere portati a conoscenza di tutti.

Leggi tuttoL’incidente con il pirata stradale

Dal Governo Monti la scure sui risarcimenti: la fortuna delle compagnie sulla pelle dei macrolesi

Questi sono quei momenti in cui chi per lavoro ha a che fare con la giustizia, ha l’esatta dimensione di cosa significhi oggi, e forse ha sempre significato, la parola appunto “giustizia”.

Da anni l’ANIA (l’associazione di categoria delle imprese di assicurazione) chiedeva l’emanazione di una tabella nazionale che quantificasse le lesioni dall’ 10 al 100%, in esecuzione di quanto previsto dall’art. 138 del Codice delle Assicurazioni Private.

Ufficialmente l’urgenza è quella di avere una quantificazione unitaria a livello nazionale, meno ufficialmente, lo scopo è togliere di mezzo le tabelle che l’Osservatorio sulla Giustizia del Tribunale di Milano ha imposto in tutte le Corti italiane, forte della loro equa misura e del riconoscimento del valore della salute nella sua integrità.

Leggi tuttoDal Governo Monti la scure sui risarcimenti: la fortuna delle compagnie sulla pelle dei macrolesi